lunedì 3 marzo 2008

Mobilitazione contro la Legge "ammazzaparchi" della Regione Lombardia

Sentire parlare di "governo del territorio" da parte della Regione Lombardia può far sorridere. Eppure c'è persino una legge regionale (la n.12/2005) che prevede piani comunali, provinciali ed infine regionali di governo del territorio. Un cittadino comune pensa sia buona cosa che finalmente si cerchi di mettere mano ad uno sviluppo che sembra sfuggito di mano a tutti tranne che a immobiliaristi ed asfaltatori di strade. Ma si sbaglia : è pronta una modifica della legge n.12 che prevede di "superare" i pareri di Comuni e Province e di permettere ai privati di presentare piani particolareggiati che la Regione può approvare contro le comunità locali (in Regione governano i campioni del federalismo,quelli che combattono il centralismo, ricordate?). Questo cosa vuol dire in termini pratici? Una ulteriore colata di cemento ed occupazione della risorsa territorio. E dove? Nelle aree disponibili che sono a sud di milano (la grande campagna del Parco sud) ed a est quella del Parco del Ticino.
Martedì 4 Marzo dalle ore 10,30 davanti al Pirellone ci sarà un presidio contro questo impressionante attacco al territorio e alla qualità della vita. Si sono già espressi contro questa modifica: WWF, Legambiente, FAI, VAS, Federparchi, CIA, moltissime associazioni ambientaliste e culturali locali, comitati di cittadini ed organizzzazioni degli agricoltori.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.