lunedì 12 maggio 2008

10 foto inedite sulle bombe di Hiroshima e Nacasaki



Dieci foto in un rullino trovato da un soldato americano, Samuel Capp, frugando tra i morti di Hiroshima.
Il Comune di Hiroschima ha indicato il 6/8/2005 in 242.437 le vittime dirette ed indirette delle bomba atomica caduta sulla città il 6/8/1945. L'altra bomba atomica su Nagasaki ha fatto circa 80.000 vittime. La scelta delle città da borbandare fu fatta nel corso di una riunione tenutasi a Los Alamos tra il 10 e l'11 maggio 1945, dove vennero suggeriti, come obiettivi, le città di Kyōto, Hiroshima, Yokohama, oppure gli arsenali militari siti a Kokura. Nel corso della riunione si decise di non utilizzare la bomba atomica esclusivamente su un obiettivo militare, per evitare di mancare l'obiettivo, e quindi "sprecare" la bomba. Nella decisione finale, difatti, dovevano essere tenuti in maggior conto gli effetti psicologici che l'utilizzo della bomba atomica doveva avere sul governo giapponese, piuttosto che i vantaggi militari.
Il Segretario alla Guerra Henry L. Stimson decise di eliminare Kyōto dalla lista, data la sua notevole importanza culturale, nonostante le obiezioni del generale Leslie Groves (che considerava la città migliore come obiettivo strategico), titolare del Progetto Manhattan. Secondo il professore Edwin O. Reischauer, Stimson «era rimasto ammirato dalla bellezza e vivacità di Kyoto diversi anni prima». Il 25 luglio 1945 il generale Carl Spaatz ricevette l'ordine di impiegare la bomba su una delle seguenti città: Hiroshima, Kokura, Niigata o Nagasaki, dato che le condizioni meteorologiche consigliavano di impiegare la bomba dopo il 3 agosto.
Le bombe ebbero soprattutto vittime civili.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.