martedì 3 giugno 2008

A planc cale il soreli, canto di montagna

A planc cale il soreli
daûr di un’alte mont;
‘ne grande pâs e regne
che pâr un sium profont.

E lis piorutis mangjin
jarbutis che son là;
il to pinsîr oh biele
cui sa là ch’al sarà?

Il sole tramonta piano / dietro un alto monte; / regna una grande pace, / e tutto sembra / profondamente addormentato.
Le pecorelle mangiano / le erbette che sono lì; / il tuo pensiero, oh bella, / chissà dove sarà?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.