venerdì 26 dicembre 2008

Il sogno, Fabrizia Ramondino

In Egitto dai larghi ciliegi...
En Aegypte aux larges cerisiers.
Così iniziava il sogno
e già finiva
quasi avesse sbagliato
il tempo, il luogo e la persona.
E con che boria
il soffio incominciava:
voleva farsi storia!
- Io sono qui - gli dissi;
e annunciava
dal buco della serratura
una piccola luce
la mattina.

Commento/trascrizione in prosa. Neanche il sogno ci rimane: già assaporavamo il profumo dei ciliegi ed il gioco dei lievi petali staccati al primo vento, che svanisce tutto, alla prima luce dell'alba che si annuncia.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.