domenica 22 novembre 2009

Ambrogino 2009


(Poesie, piccole frasi, ricordi, fotografie, sul cancello della casa di Alda Merini sui Navigli)

Dopo aver assegnato l'Ambrogino d'oro 2009 a Marina Berlusconi per i "meriti editoriali alla Mondadori" (con un tempismo impressionante, vista la condanna della Fininvest sull'operazione Mondadori), non ci rimane che consolarci pensando che qualche personaggio per bene, illustre per merito e discreto possa anche essere premiato a Milano. Non mi riferisco al candidato all'Ambrogino Maurizio Belpietro: chi ha pensato una simile idiozia ha solo fatto rigirare nella fossa Enzo Biagi (a cui era stato rifiutato).  Ma ad Alda Merini a cui tanti milanesi hanno già assegnato un Ambrogino virtuale.
Non vorrei essere nei panni di Roberto Saviano quando ritirerà l'Ambrogino con a fianco Marina Berlusconi, ma penso che la sua intelligenza troverà una soluzione.

3 commenti:

  1. Questi piccoli doni e pensieri su una cancellata, senza luci, applausi, riconoscimenti falsi e falsi sorrisi, è quanto di meglio una persona possa apsettarsi, e credo che Alda Merini non desiderasse niente di più.
    Quanto a Saviano, come dici tu, se la dovrà cavare...
    Quanto a Marina Berlusconi... stendiamo un velo pietoso, resto sempre una signora e il turpiloquio non mi si addice.

    RispondiElimina
  2. Ho avuto l'onore di conoscere ed incontrare spesso Alda Merini. Donna e poetessa straordinaria. Il resto, tolto Saviano, é volgarità.

    RispondiElimina
  3. Non sempre le ciambelle vengono con il buco.. spero che prima o poi lo si trovi alla Mondadori

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.