venerdì 25 dicembre 2009

Stanze, Ludovico Einaudi [prima di avviare ferma sulla destra la musica del blog]









Esiste la bellezza , la pace e la libertà !

3 commenti:

  1. Grazie mille, ho cambiato tonalità....
    bello "calmo" complimenti, a presto!

    RispondiElimina
  2. Uomo che guarda il mondo dall'alto d'una guglia, ieri sera ti ho scritto un lungo commento scherzoso, che poi ho cancellato.
    Cominciava così, circa: sì, certo, esistono le parole bellezza, pace e libertà. Poi cercavo di recuperare, di rimettere le palle colorate sull'albero, ma non tornava come prima. Allora mi sono risolto nell'allinearmi alla tradizione di aspettare l'apparizione, la manifestazione, l'epifania della realtà al di qua, al di là, sopra, sotto, a destra, a sinistra, dentro le parole, per togliere gli addobbi della festa.
    Lascio le grandi sfere luminose sul mio albero. Mi lascio anche dire che poi nelle grandi sfere luminose bellezza pace libertà ciascuno ci mette le sue cose, e che luce della nostra mente serve ad illuminare queste.
    In fondo, l'uso delle parole ci fa partecipare tutti ad una specie di festa, mondiale, con gli aspetti positivi e negativi delle feste. Accade che non vediamo più gli alberi per quello che sono, vediamo solo alberi di natale.
    Cancello pure questo?
    :-)

    RispondiElimina
  3. Peccato per il mancato commento scherzoso, Rom. Per quelle poche parole di commento al pezzo di Einaudi, erano ispirate dall'atmosfera, il Natale c'entra fino ad un certo punto, non era al centro dei miei pensieri. Ho fatto una mia via alla festa del Solstizio d'inverno e alla nascita di Cristo. Non ho parlato di (ri)nascita, né di salvezza, né di avvento. La mia guglia non è abbastanza in alto...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.