domenica 11 aprile 2010

Serpe

Sentiero solitario
lungo il fiume azzurro.
Fruscio improvviso,
mi fermo.
Non sei timida lucertola
in cerca di un rifugio
spaventata dal passo
del visitatore curioso.
Striscia sulle foglie secche
verso il fiume,
celata dalle erbe e dalle edere
che invadono il sottobosco,
invisibile serpe.




Volo di caimani sincronizzato

1 commento:

  1. tua foto, tua poesia, tua valle: tutto bello
    sei davvero un flaneur
    grazie, marina

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.