domenica 18 luglio 2010

San Nazzaro Sesia

L'Abbazia Benedettina dei Santi Nazario e Celso (Sec. X) è un miracolo nelle risaie. La sua imponenza e solitudine nella campagna è una sfida a non si sa bene cosa. Intorno terre fertili, irrigate con una maestria e meticolosità impressionanti.

(Foto dal sito del Comune)












Pensierino. La "conquista" del cristianesimo su queste terre si è attuata con un sistema di castelli e di pievi, un sistema integrato che copre un arco di tempo dal XI al XII secolo. L'Abbazia benedettina di Nazario e Celso nasce nel 1030 per iniziativa del Vescovo a Novara Riprando (nulla a che vedere con il prete Liprando "ben visto dai poveri cristi" di Dario Fo).
Il mondo è stato conquistato ed ora rimangono le pietre e le decorazioni di cotto dei portali, gli affreschi, i muri a spina di pesce con i ciottoli del Sesia che scorre qui poco lontano.
Dentro la chiesa cantano e l'eco si perde nel chiostro solitario e ben difeso da pesanti grate.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.