mercoledì 3 novembre 2010

Caro Presidente

14 commenti:

  1. x Rom. Se ci rassegniamo a non dire più niente su qualsiasi cosa accade è un brutto segno. Mi pare che il sultanato stia scricchiolando e il nuovo sansone finirà sepolto con tutti i filistei, visto che non ce n'è uno che si dissoci da qualsiasi porcheria faccia il capo ...

    RispondiElimina
  2. Mi piace, mi piace, mi piace: grande Vendola
    Grazie!

    RispondiElimina
  3. Ho visto e sentito Vendola più volte, dal vivo...ha un fascino incredibile. ma, al di là di questo, intanto mi scoccia un po' che stia trascurando la Regione, dall'altra è uno dei pochi che sa dire...
    Gugliemo la cosa che più mi turba in tutto questo macello sai cos'è? anzi, son due.
    una è che temo che tutta questa cagnara a lui faccia comodo, e che alimenti anche, e che la faccia apposta anche, stiamo giorni a parlare di minchiate, di rudy e feste e festini, e intanto lui sotto sotto lavora.
    la seconda è più personale, non ho mai avuto problemi a socializzare e confrontarmi con chiunque, a prescindere dall'orientamento politico. ora, comincio a fare fatica.... chi vota il nano penso che non sia normale :(((

    RispondiElimina
  4. Nichi Vendola usa troppe parole per chi si merita solo un vaffa...

    RispondiElimina
  5. Aria, amica e sorella carissima, io allora non sono normale, ma non perché voto il nano, ormai non voto più nessuno: questa sinistra non mi piace, anzi no mi correggo, dico di più, odio questa politica all'italiana e questo al di là dei singoli direi che siamo proprio alla frutta...
    ps: comunque l'anello al pollice è orribile... ;-) Mat.

    RispondiElimina
  6. x Mat. No non riesco a odiare la politica che è una espressione alta della civiltà. Si certo, se uno guarda Mister B. o Caldiroli non trova nulla di "alto" (soprattutto nel primo), ma sono l'immagine al cubo di gente che troviamo tutti giorni per strada e che quando va a votare trova in loro un degno modello. Sulla sinistra poi se ne dicono di tutti i colori (tranne che il rosso che non è più di moda) e non ci piace più ne questo ne quello. Ma anche qui abbiamo presente com'è il "popolo" della sinistra? Ce n'è veramente di tutti i generi e sfumature...
    Ma nonostante tutto non riesco a pensare (a 60 anni suonati) se non in termini di impegno civile contro gli imbecilli di ogni colore, i ladroni, i corrotti, gli sfruttatori, i violenti ecc ecc
    ps anche a me non piace l'anello al pollice...fa il paio con l'unghia del mignolo lunga 3 cm, ma l'importante è che quelle mani non siano sporche...

    RispondiElimina
  7. grazie della riasposta, che non posso che sottoscrivere in toto ...il fatto è che ultimamente ho indifferenza totale nei confronti della politica e dei suoi condottieri in consequenza a questa pochezza d'intenti e accumulo di parole inutili.
    Sono diventata a-politica o meglio anarchica a modo mio. Non vado a fare danni a terzi, a gridare o vivere di insulti e non mi appartiene la cultura del "controccorrente" ad ogni costo, ma non trovo spessori né argomenti da abbracciare e così mi estraneo dal mondo dei parolai e dei fantocci.
    Non mi interessa il "rosso" o il "nero" amo la lealtà, ma capisco il compromesso politico purché pulito, che sa di buono e si proietta verso un progetto concreto dove le fondamenta si appoggiano sopra un terreno fertile e chiaro, ma soprattutto non sopporto il pressapochismo e l'attacco personale fine a stesso, qualsiasi direzione abbia e da qualsiasi pulpito prenda vita.
    Buona giornata :-) Mat.

    RispondiElimina
  8. Mat, non ho mai detto che tu sia normale :)))))
    La sinistra di oggi è certamente deludente, tu sai che ho fatto parte della segreteria del pd del mio paese, sai con quanto entusiasmo avevo partecipato alla nascita di quella che prometteva essere la nascita di un nuovo modo di far politica, e sai anche la ragione per cui ne sono uscita.... non sono capace di non ragionare con la mia testa. Cionostante, nonostante la delusione, lo smarrimento, la consapevolezza che si stia scivolando su una strada molto molto difficile, nonn votare, che significa rinunciare a far sentire la propria voce, sia pur piccola, infinitesimale, lo trovo irresponsabile. Come si può accettare passivamente questo degrado politico (che rispecchia quello sociale)? Sono d'accordo che gli imbecilli e i ladroni si trovino ovunque , destra sinistra centro sotto e sopra, e allora che si fa? Certo è che se uno mi ruba in faccia zitta non mi sto, se uno mi dice di essere buono e volere solo il mio bene e mi toglie la sedia sotto la sedia zitta non mi sto. poi che la mia voce serva a niente.....
    :)

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. la sedia sotto il culo volevo dire...
    si può dire sedia in qusto blog? :)
    bacio tesoro (Mat!) in fondo la pensiamo allo stesso modo :)

    RispondiElimina
  11. Si, la pensiamo allo stesso modo, ma è un modo che ha dell'utopico, visto l'andamento generale saremo esposte all'esilio a vita.

    :-) ora Guglielmo ci esilia dal suo blog... eheheh

    RispondiElimina
  12. difatti siamo già utopiche, pensa solo ai nick che abbiamo scelto, io ero marematta e son diventata aria, tu sei un non meglio identificato componente di nonsocché mathjs....non abbiamo scampo! e neppure gambero :) [e con questa battuta direi posso andare ad esiliarmi da sola]

    Guglielmo, accampaci tu, oggi poi sei pure mistico :)

    RispondiElimina
  13. Che dir? Ho messo su un fantastico salotto... -:)))

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.