domenica 30 gennaio 2011

Clowns di Federico Fellini e Il sogno della vergine. Bussare alla chiusa anima è quel che ci rimane (oltre a camminare)



La vergine dorme. Ma lenta
la fiamma del puro alabastro
le immemori palpebre tenta;

bussa alla chiusa anima. Il lume
vacilla nell'ombra, come astro
di vita tra un velo di brume.

Echeggia nel? anima, invasa
dal sonno, quel battere, e pare
destare la tacita casa.

La casa si desta: un sorriso
s'accende, si muove ed appare
via via qua e là per il viso...

La vergine sogna; ed un rivo
di sangue stupisce le intatte
sue vene; d'un sangue più vivo,
più tiepido: come di latte...

Stupisce le placide vene
quel frutto soave e straniero,
quel rivolo, labile, lene,

d'ignota sorgente, che sembra
che inondi di blando mistero
le pie sigillate sue membra.

Giovanni Pascoli, da Il sogno della vergine 

Pensierino dialogante. "Sei stato a Santiago de Compostela in pellegrinaggio e cosa hai trovato?" 
"Mi sono fatto tante domande, ma non ho trovato alcuna risposta"
"Che ti aspettavi di trovare?"
"Non so ... ma è certo che sono tornato più confuso"
"Forse le domande erano sbagliate?"
"No, le domande erano giuste, sono le uniche cose giuste e alla fine l'unica cosa che è rimasta è il camminare. Ho capito che volevo e voglio solo camminare." 



5 commenti:

  1. problemi di adsl, non riesco a vedere/ascoltare il video, però mi piace il pensiero dialogante.
    mi piace che non siano le domande sbagliate, mi piace che quel che resti sia camminare

    RispondiElimina
  2. x Shadow. Il filmato vale comunque la pena: il clown Bianco fa un lungo (divertentissimo e straziante) sproloquio in memoria del clown morto...

    RispondiElimina
  3. bellissimo il video! Fellini e il giornalista azzittiti dai secchi in testa è la risposta giusta a tutte le domande sbagliate.
    "faceva ridere i bambini e piangere i suoi figli, è crepato soffocato da un uovo di struzzo, piangete se volete ora che è morto, io ho pianto fin troppo quando dovevo sopportarlo in vita"
    beh, non ci resta evitare domande, respirare il mondo e camminare, magari immaginando di tappare la bocca di chi domanda troppo con un secchio :)

    RispondiElimina
  4. La fuoriuscita dell'anima dall'orecchio destro...
    Chissà che la soluzione non sia nell'ingoiare un uovo di struzzo.

    Grazie per il bellissimo post!

    RispondiElimina
  5. X Aria . Il ribaltamento della retorica è sempre esilarante. Peccato non si applichi quasi mai nelle sedi giuste -:)))

    X Giacynta. beh c'è una iconografia piuttosto vasta sull'uscita dell'anima dall'orecchio. Non ne conosco di altrettanta per quanto riguarda l'ingoiamento di uova di struzzo -:)))

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.