lunedì 20 giugno 2011

Una vita fa

Courmayeur
Pensierino. Si fanno sempre più foto. Ho notato che questa valanga di immagini (associata a ricordi) poi non si guarda mai. Eppure. Basta che per caso si apre una cartella e si trova un mondo che è rimasto lì, come rappreso nella sua immutabilità. Siamo noi che non siamo più gli stessi. Eppure quel mondo ha un fascino indipendentemente dal fatto che un giorno c'eravamo anche noi lì in quel determinato posto. E questa è una grande consolazione: scalfiamo pochissimo la natura.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.