lunedì 20 febbraio 2012

Il pescatore freddo fin dentro al cuore che si perde



Il pescatore

L’acqua muggiva, l’acqua cresceva,
un pescatore lì seduto era,
 controllava l’amo con calma,
freddo fin dentro al cuore.
E mentre siede e mentre ascolta,
 l'alta marea si divide;
e dall’acqua agitata affiora 
umida una femmina.
A lui rivolse il canto, a lui parlò:
Perché tu attiri con l’arguzia umana,
con umana furbizia la mia prole
su nel fuoco della morte?
Ah, se sapessi com’è piacevole
per il pesciolino stare sul fondo,
anche tu scenderesti, come sei,
e innanzitutto tu guariresti.
Non si ristorano l'amato sole
e la luna nel mare?
Non ci rivolgono i loro volti 
doppiamente belli dall’onda diffusi?
Non ti attira il cielo profondo,
l’umido trasfigurato azzurro?
E il tuo stesso volto non ti attira
qui nella rugiada eterna?
L’acqua muggiva, l’acqua cresceva,
 bagnava il suo piede nudo;
il cuore si gonfiava di nostalgia,
come al saluto dell’amata.
A lui rivolse il canto, a lui parlò;
ed egli  fu perduto,
un po’ lei lo tirò, un po’ lui scese,
e non lo si vide più.

(Johann Wolfgang von Goethe)

7 commenti:

  1. Se un uomo con la canna incontra una femmina umida, l'uomo con la canna è un uomo morto.

    RispondiElimina
  2. ah ma allora non è un errore, sorridi proprio così! al contrario! gli occhi diventano nari, mi piace -:)
    (lo so, non c'entra con la bellissima poesia, fortuna Goethe non può rimostrare. però almeno "bellissima" l'ho detto eh?)

    RispondiElimina
  3. Frammentaria è la prima volta che qualcuno mi fa questa osservazione sul mio sorriso... ma non si fa così ? Mi sono sempre sbagliato ? Non mi sono mai posto il problema...

    ciao

    RispondiElimina
  4. sì ti sei sbagliato, nel senso che non sorridi "convenzionalmente", ma in modo originale, quindi no, non ti sei sbagliato :)
    diciamo che le faccine, che emulano le espressioni facciali nella comunicazione scritta, si disegnano con i segni di interpunzione e per "vederli" si devono ruotare di 90° in senso antiorario. così che :-) diventa= i due punti gli occhi, il trattino il naso, la parentesi la bocca sorridente. il tuo sorriso -:) allora io lo vedo come un naso con due belle narici in evidenza, oppure un baffetto? e la bocca all'insù. ma sempre sorriso è.

    :-P (questa è un sorriso furbetto, con la linguaccia)
    :-O (faccina stupita, la vedi la bocca apereta?)
    8-) (faccina figa, con gli occhiali)
    ;-) (faccina ammiccante, fa l'occhiolino)
    :'-( (questa piange, ci ha pure la lacrimuccia)
    :-D questo è un sorrisone, di quelli a bocca larga :-D

    RispondiElimina
  5. Avevo il sospetto Frammentaria che le faccine avessero una loro simbologia, le vedo usare dai ragazzi in modo fantasioso e sconsiderato... Non penso che cambierò il mio modo di ridere sotto i baffetti... -:)))
    Grazie comunque per le indicazioni : ho ricontrollato il mio vangelo sui simboli (Dizionario dei simboli, J Chevalier e A. Gheerbrant, ed Bur) , ma per fortuna lì non sono ancora arrivati questi segni tribali -:)))

    RispondiElimina
  6. Guglielmo, ci regali un'altre meraviglia, grazie!

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.