venerdì 1 giugno 2012

Riti


Venere di Willendorf 
c. 24,000-22,000 a.C. 
(Naturhistorisches Museum, Vienna)

Riti
Riti di chiesa. Riti di magia.
Mia madre era cattolica e faceva
i segni della croce sulla pancia
se i vermi invadevano, dopo
una paura, l’intestino. Ricordo
le parole ripetute, i suoni
oscuri, l’oscura ripetuta
cantilena – “Lunnerì santo
marterì santo mierculerì santo
sabbato santo rummèneca è Pasca:
stu verme casca” – E ricordo
la formula per le bruciature
-  “Terra chiara terra scura
‘a carna cotta addiventa crura”-
Arcana anche qui rimbalzava
la rima. E poco importava
che continuasse il dolore:
sarebbe d’incanto sparito.
Com’ era d’incanto venuto.
Michele Sovente (1948-2011)
Pensierino. Gli antichi riti di magia erano di magia bianca, magia tutta al femminile perché prendeva la sua forza dalla natura e la donna/madre era la natura. E' un patrimonio popolare comune a tutta Italia e non solo che oggi è praticamente scomparso. Oggi la magia arriva direttamente per sms e costa dai 10 ai 15 centesimi.  Ma speriamo che anche questo fastidioso intermezzo (quello degli sms, intendo) sparisca d'incanto com'è venuto...

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.