venerdì 8 giugno 2012

Un maledetto imbroglio

Rivedo, per caso, in TV Un maledetto imbroglio diretto ed interpretato da Pietro Germi e mi chiedo se film così se ne facciano ancora oggi. Si dirà che tutto nasce da una sceneggiatura d'eccezione basata (liberamente) sul  Pasticciaccio di Carlo Emilio Gadda, ma non è sufficiente questo. C'è qualcosa di più e di meglio: c'è la qualità degli attori (primo tra tutti Pietro Germi), dei caratteristi, ma c'è anche la regia e la fotografia. E poi naturalmente c'è il b/n che esalta il tutto con questi giochi di ombre in fatiscenti androni di vecchi palazzi e commissariati, di stanze d'albergo e lontane case contadine della Ciociaria e poi Roma e la sua piazza Farnese. 

Il commissario Ingravallo esce dal palazzo di Piazza Farnese teatro del delitto.
Il commissario (Pietro Germi), la servetta (Claudia Cardinale) e l'assassinata (Eleonora Rossi Drago).




2 commenti:

  1. L'ho visto anch'io, di pomeriggio in tv ed ho pensato le stesse cose.
    Quel pasticciaccio brutto di Via Merulana,
    purtroppo ha cambiato faccia anche la strada.
    Complimenti per il blog.

    RispondiElimina
  2. Benvenuta Keiko, alla prossima e grazie

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.