domenica 3 giugno 2012

Zitto zitto, piano piano




Ramiro
(sotto voce)
Zitto zitto, piano piano;
Senza strepito e rumore:
Delle due qual è l'umore?
Esattezza e verità.

Dandini
Sotto voce a mezzo tuono;
In estrema confidenza:
Sono un misto d'insolenza,
Di capriccio e vanità.

Ramiro
E Alidoro mi dicea
Che una figlia del Barone...

Dandini
Eh! il maestro ha un gran testone.
Oca eguale non si dà.
(Son due vere banderuole...
Mi convien dissimular.)

Ramiro
(Se le sposi pur chi vuole...
Seguitiamo a recitar.)


CLORINDA
Principino, dove siete?

TISBE
Principino, dove state?

CLORINDA E TISBE 
Ah! perché m'abbandonate?
Mi farete disperare.

TISBE
Io vi voglio.

CLORINDA
Vi vogl'io.

DANDINI
Ma non diamo in bagattelle!
Maritarmi a due sorelle
tutte insieme non si può.
Una sposo.

CLORINDA E TISBE
(con interesse di smania)
E l'altra?

DANDINI
(accennando Ramiro)
E l'altra
all'amico la darò.


CLORINDA E TISBE 
No, no, no, no,
un scudiero! oibò, oibò!

RAMIRO
(ponendosi loro in mezzo, con dolcezza)
Sarò docile, amoroso,
tenerissimo di cuore.

CLORINDA E TISBE 
(guardandolo con disprezzo)
Un scudiero! no, signore.
Un scudiero! questo no.

CLORINDA
Con un'anima plebea!

TISBE
Con un'aria dozzinale!

CLORINDA E TISBE 
(con affettazione)
Mi fa male, mi fa male
solamente a immaginar.

RAMIRO E DANDINI 
(fra loro ridono)
La scenetta è originale:
veramente da contar.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.