lunedì 14 gennaio 2013

Aaron H. Swartz (November 8, 1986 – January 11, 2013)


Quando leggo di questi ragazzi, di quello che hanno saputo inventare e delle potenzialità di libertà e democrazia che hanno sprigionato col loro ingegno e puntigliosa azione, mi si apre il cuore di speranza. Il cambiamento è una possibilità concreta, a portata di mano, basta avere le idee chiare.

Aaron H. Swartz (November 8, 1986 – January 11, 2013)
Poi penso alla rinuncia di questo ragazzo, alla sua (presunta) depressione, alla (concreta) possibilità che aveva di finire in carcere perché aveva (ancora una volta) violato le ferree regole della burocrazia, del potere costituito per una sua (ennesima , insana e illegale) utopia. Pensava che le informazioni potevano essere a disposizione di tutti, libere; aveva per questo aperto archivi inviolabili. L'avevano immediatamente bollato come un hacker. Gretti, brutali, violenti difensori dello status quo.
E alla fine mi chiedo e vi chiedo: come potremo pretendere di fare qualcosa di meglio e di più di questo ragazzo ? 

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.