mercoledì 20 marzo 2013

Ingrati

Ma dove guardate ?
Non è una bella sensazione quando sembra che tutti guardino da un'altra parte. Ti viene istintivo girarti anche tu e guardare verso quella direzione che sembra così interessante. Poi scopri che tutti guardano di là perché non possono farne a meno, come i fiori della foto: da una parte c'è l'arido muro e dall'altra il sole, si può capirli. Eppure quel grigio muro è la fonte della loro rinata vitalità, tiene caldi i bulbi ed umidi anche nei rigidi ed aridi inverni padani. Senza quel muro i fiori sarebbero sferzati dal gelido vento o il gelo farebbe depositare un'impalpabile nebbia rappresa. Loro, ingrati, guardano altrove, voltano le spalle al muro per correre dietro un sole pallidissimo e lontano che pare non accorgersi nemmeno di loro.

6 commenti:

  1. ah beh...gli ingrati...sono tantissimi...quando li ho incontrati e li ho vissuti mi sono voltata anch'io...guardarli non porta mai a nulla.

    RispondiElimina
  2. già. è sempre così. senza l'ombra non sopporteremmo la luce, se non conoscessimo la sofferenza non sapremmo cos'è la gioia. se non ci fossero i muri saremmo nudi, e non sapremmo dove guardare :)

    ma poi, cos'è che guardano i fiori? sei sicuro fosse il sole? non è che da lì stava passando una bella ape regina? :)

    RispondiElimina
  3. Ape regina , Frammentaria ? L'altro ieri è nevicato qui "giù" in pianura... Le api regine se ne stavano al caldo dei loro alveari a dormire...

    Eh si Laura di ingrati ne è pieno il mondo ed in primis lo siamo noi verso qualcuno, sicuramente...

    -:)))

    ciao ciao

    RispondiElimina
  4. Quoto Laura perche nella vita bisogna trovare il coraggio per voltarsi e lasciare indietro il passato e quoto Aria perchè perche dalla sofferenza rinascono i germogli migliori.
    Maurizio

    RispondiElimina
  5. Ma dietro ci sono le timide violette!!! Quando ero piccola mia madre mi comperava quelle candite...

    RispondiElimina
  6. eh si Luz, sotto gli ingrati c'è un tappeto di violette...Tutti presi dalla loro superbia non se ne accorgono nemmeno...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.