giovedì 18 dicembre 2014

Tutto il mondo è burla


GIUSEPPE VERDI - FALSTAFF
Direttore RICCARDO MUTI
2001 
Tutto nel mondo è burla. 
          L'uom è nato burlone, 
          La fede in cor gli ciurla, 
          Gli ciurla la ragione. 
          Tutti gabbati! Irride 
          L'un l'altro ogni mortal. 
          Ma ride ben chi ride 
          La risata final. 

Pensierino di fine anno. C'è chi (Ausonio) fa discendere il termine burla dal latino burrula da burrae che verrebbe tradotto in inezia (e quindi deriverebbe da inetto), il Muratori la fa invece derivare da burella (trappola per acchiappare volpi) col significato di trabocchetto e da burellare (per contrazione burlare) deriverebbe il significato più corrente di ingannare e gabbare. Noi, più modernamente (ma non tanto!) lo associamo a burlesque, lo spettacolo nato  in Inghilterra nel XVIII secolo e che durante l'Ottocento ha assunto caratteristiche più comiche e parodistiche, per diventare un vero spettacolo di spogliarello nel '900.
Mi rimane un dubbio: chi ride la risata finale ?

3 commenti:

  1. Non aspettatevi palline colorate e luccicanti , abeti pieni di neve e stelle di natale in questo blog ...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.