lunedì 2 marzo 2015

Film da dimenticare 2. 50 sfumature di grigio

Il film 50 sfumature di grigio è tratto dal romanzo della scrittrice inglese E. L. James (pseudonimo di Erika Leonard) ed è caratterizzato dalla descrizione di scene di esplicito erotismo e da elementi di pratiche sessuali basate sulla dominazione e la sottomissione. Libro e film sono diventati in pochi mesi un cult in Russia, negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Ed ora pare che anche in Italia la cosa abbia un certo seguito. Si tratta di una trilogia e quindi aspettiamoci un seguito anche del film che è , volutamente, tronco.  L'intera serie ha venduto oltre 100 milioni di copie in tutto il mondo e i diritti sono stati venduti in 37 paesi.


Pensierino di commento. Tanto impegno per nulla. Basare una intera trilogia su una pratica sessuale è quanto di più noioso si possa fare. I risvolti psicologici sono talmente scontati che si sbadiglia ad ogni scena. Il finale tronco fa dire immediatamente, senza pensarci :"Andiamo a prenderci una birra". 
Le sfumature di grigio , comunque, non arrivano a 5.

3 commenti:

  1. Caro Guglielmo non posso che darti ragione.
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Ottimo! Un uomo che l'ha visto. Io ho letto solo il primo romanzo. A parte l'inizio misterioso...poi pufff sempre la solita solfa. Non è che ultimamente la popa mi permetta di leggere alcunchè di impegnativo...(ci ho dato dentro all'università poi solo leggerezza) però leggere mi piace sempre. Sto finendo il romanzo di Bastianich. Poi ho in programma quello del mio prof 2.0.

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.