mercoledì 22 febbraio 2017

Ci sono libri...

Ci sono libri che ritornano periodicamente nella mia vita. Li acquisto, leggo, perdo di vista e poi spariscono chissà dove. Oppure altri che stanno lì ad aspettare che ritorni a ritrovarli e leggere. Ci sono poi dei libri "spaiati" che o sono destinati a rimanerlo in eterno (quasi diciamo) o che improvvisamente si ritrovano. Per il primo caso cito l'esempio di un'edizione dei Vangeli commentata in quattro volumi e due sono spariti nel nulla (forse per miracolo); aveva un libro di poesia di Garcia Lorca, ma quando l'ho comprato non mi ero accorto che era un opera in due volumi ed il secondo mancava. 
Quindi è con grande giubilo che annuncio il ritrovamento su una bancarella di Corsico dei due volumi di poesia di Garcia Lorca nella bella edizione Guanda del 1966.


Ps Ci sono anche libri che ho dovuto abbandonare non per scelta, ma per i casi della vita ed è il capitolo più doloroso. Quando per caso li vedo su una bancarella o in una libreria, mi viene un "tuffo" al cuore, come se rivedessi un caro amico dopo tanti anni di lontananza. 

2 commenti:

  1. Anch'io ho un lontanissimo ricordo da legare a un'edizione ( diversa dalla tua )delle poesie di Lorca. A un certo punto sparì; ne sentii poi parlare con grande entusiasmo dalla prima fidanzatina di mio fratello...
    Bello il racconto dell'emozione che provi vedendo un libro perduto in attesa che il tuo sguardo si posi su di lui.
    :-)

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.