venerdì 19 maggio 2017

Il lato oscuro del bianco


Pensierino. E' sicuramente una foto sbagliata, direbbero fotografi esperti. Ma è una di quelle cose che vengono fuori così: vuoi fare tutto in modalità "manuale" e  ti impappini tra i tempi di esposizione, l'apertura del diaframma e qualche ISO di troppo. Eppure questo fior d'arancio che emerge dall'ombra, nel giardino, all'imbrunire, qualcosa ispira. E sono pensieri (anzi pensierini) molto vicini al silenzio.

8 commenti:

  1. La bellezza ha sempre il suo perché. Grande Guglielmo non cambiare mai.
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero, Maurizio, di riuscire a mantenermi in questa penombra.

      Elimina
  2. Sarà perché mi piacciono i contrasti; sarà per quel " vedo non vedo" che ti costringe ad aguzzare la vista; sarà perché odio la banalità delle solite cose, ma trovo che questa foto sia di una " poesia mostruosa..."
    In quanto al silenzio ( ma quanto ne parliamo? ) è vero che è costituito spesso da pensieri in chiaro-scuro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo "scuro" mi pare che prenda ormai il sopravvento...

      Elimina
  3. spesso le cose migliori nascono da errori.
    (stupendo l'ossimoro del titolo che ben si riflette nell'immagine)
    massimolegnani
    (orearovescio.wp)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fosse come dici (che le cose migliori nascono da errori) tutto il nostro rovello di cervello sarebbe inutile !?!

      Elimina
  4. Ri-rispondo: parlavi in generale o ti riferivi a ciò che pubblico ultimamente sul blog?
    Sai, così, per saperlo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra che tutti e due siamo attirati dal "lato oscuro"...

      Elimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.