venerdì 21 aprile 2017

Ricetta per esprimere il volo degli uccelli

Poesia di Nelo Risi
Ricetta per esprimere il volo degli uccelli

Fate a pezzi le gabbie
disfate i roccoli
date fuoco alle panie
miracolate i fringuelli
abolite i richiami e il vischio
seminate il cielo di miglio
forzate i sonni dei musei
con le finestre, e aria
al nibbio impagliato sottovetro
finché s'impenni…
Li guardo volare
ma la parola è rimasta indietro.

Questa poesia proviene da: Poesia di Nelo Risi - Ricetta per esprimere il volo degli uccelli - Poesie di Nelo Risi - Poesie.reportonline.it https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-nelo-risi/poesia-di-nelo-risi-ricetta-per-esprimere-il-volo-degli-uccelli.html#ixzz4erwPcrbL

Pensierino. La parola rimane indietro al volo che rimane inintellegibile per noi inchiodati a terra.


3 commenti:

  1. poi...ogni tanto...anche le parole sanno volare...

    RispondiElimina
  2. La parola esprime il possibile e, pur potendo molto, non ha la leggerezza del sogno...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.