martedì 31 luglio 2007

Vergogna, Cesare Previti

Un cittadino normale, con una normale coscienza, un normale senso civico di fronte ad una condanna passata da tutti i gradi di giudizio di un deputato della Repubblica penserebbe che quel deputato non possa rappresentare proprio nessuno. Ma si sbaglia, l'ingenuo normale cittadino.

W.Wenders, Il cielo sopra Berlino

Si dice che il tempo guarisca ogni malattia. Ma non sarà il tempo la malattia?

domenica 22 luglio 2007

Bertolt Brecht, Ode del dubbio

...
Su chi contiamo ancora?
Siamo dei sopravvissuti, respinti
via dalla corrente? Resteremo indietro, senza
comprendere più
nessuno e da nessuno compresi?
O dobbiamo sperare soltanto
in un colpo di fortuna?»
Questo tu chiedi. Non aspettarti
nessuna risposta
oltre la tua.

martedì 17 luglio 2007

Teriaca, ovvero è più folle usare i farmaci propinati oggi o quelli di ieri?


Questo rimedio polifarmaco, anzi il più polifarmaco di tutti, è noto da tempo antico. Esso lo si fa rimontare sino a Mitridate, re del Ponto, che, narrasi, l'avesse fatto confezionare per scongiurare tutti i veleni. Raccontasi pure che la ricetta per la sua preparazione sia stata trovata da Pompeo nella cassetta di quel re, d'onde il nome primitivo di elettuario di Mitridate. Nerone lo fece perfezionare da Andromaca, il suo primo medico, e Galeno diede a questo rimedio il nome di theriaca, antidoto contro tutte le bestie nocive. Moltissime modificazioni furono arrecate alla formula primitiva. Galeno vi ammetteva 62 sostanze, senza tener conto dei trocisci di scilla, della vipera e dell'hédicroon, che era una specie di polvere teriacale. Un tempo la teriaca era specialmente preparata a Venezia, ove la preparazione era circondata dalle cure più diligenti ed erano, perchè essa avesse sempre composizione costante e non fosse falsificata, dal Governo di quella repubblica date disposizioni legislative. A Parigi, nell'antico Collegio di Farmacia, ad una certa epoca dell'anno, la si preparava con un grande cerimoniale. Tutti questi antichi costumi sono scomparsi e la teriaca, è caduta nell'oblio, dopo essere stata considerata per secoli una panacea universale.

venerdì 13 luglio 2007

Se...


Se un giorno ti dicessero
"sei un uomo arido
senza sentimenti
anzi
dissimulatore di sentimenti
oscuro
impenetrabile nella tua corazza
scontroso
aristocratico..."
perché dovresti credere d'essere amato?
per quale motivo saresti amato?

venerdì 6 luglio 2007

Cose che capitano ai pendolari

Treno regionale Novara - Arona delle 14,13.
Il treno parte in perfetto orario: pulito e dignitoso anche se è una vecchia litorina con motore diesel a due carrozze.
Tutto bene fino alla stazione di Castelletto paese. Il treno non si ferma alla piccola stazione e prosegue per 100 metri oltre, poi si ferma di colpo. Sull'altro binario, dopo un minuto, transita un treno merci. Penso ad una coincidenza. Passato il merci, la litorina ingrana la retromarcia e torna alla stazione di Castelletto. Scende una signora di colore nero con due bambini piccoli. Il treno riparte per Arona. Mi è sembrata, nel delirio dei viaggi con FS, una cosa a misura d'uomo. Càpita...

Saggio di Bandiagara, Le tre verità

Ci sono tre verità: la mia verità, la tua verità e la verità.

lunedì 2 luglio 2007

Franco Battiato, Aspettando l'estate


"La tristezza non prevale su di me / col canto la tengo lontana / le giornate si allungano / sto aspettando l'estate / Anche se non ci sei / tu sei sempre con me / per antiche abitudini / perché ti rivedrò / dovunque tu sia... ".

Franco Battiato, Aspettando l'estate

"La tristezza non prevale su di me / col canto la tengo lontana / le giornate si allungano / sto aspettando l'estate / Anche se non ci sei / tu sei sempre con me / per antiche abitudini / perché ti rivedrò / dovunque tu sia... ".