mercoledì 23 aprile 2008

Canaletto, Capriccio


Questi paesaggi (talmente improbabili da essere definiti "capricci"?) presentano architetture in rovina. E' l'altra faccia della vedutistica di questo grande autore, famoso per aver rappresentato con minuzia fotografica le più importanti piazze italiane e tedesche.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.