sabato 12 febbraio 2011

All'ombra di Roma


Ho già parlato su questo blog del mio amore per Trilussa, farcito di tanti ricordi d'infanzia legati a mio padre e quindi ecco il mio omaggio dalla piazza Trilussa in Trastevere...



Mentre me leggo er solito giornale
spaparacchiato all'ombra d'un pajar
o vedo un porco e je dico: - Addio, majale! -
vedo un ciuccio e je dico: - Addio, somaro! -

Forse 'ste bestie nun me capiranno,
ma provo armeno la soddisfazzione
de potè di' le cose come stanno
senza paura de finì in priggione.

P.S. Prova oggi a chiamare majale un porco
e somaro un ciuccio...
potresti finire in tribunale... 

Sorpresa: trovare la "michetta" della mia infanzia in una trattoria di Trastevere. Ricordi infiniti di domeniche sera davanti al televisore a mangiare affettati e patate fritte guardando un tempo della partita.  
Ecco spesso la religione "ufficiale" mi sembra così: un angelo con le ali di ferro... Assai più calzante mi pare l'immagine del cardinale di Francis Bacon (quadreria moderna dei Musei vaticani)...

Arrivederci Roma da Ponte San Sisto



6 commenti:

  1. Rendi sempre perfettamente l'idea, pur con pochi tocchi! :-))

    RispondiElimina
  2. Bei ricordi Guglielmo vedo indimenticabili.

    RispondiElimina
  3. bellissima Roma,non si finisce mai di scoprirla...difatti alcune foto non le riconosco..ma non so perché ho gli occhi puntati senza riuscire a staccarli da "a mangiare affettati e patate fritte"...non riesco proprio, ma un pochino di maionese no?
    (ce la posso fare, ce la posso fare, ce la posso fare, ce la posso fare, ce la posso fare, spirito affettato della patata fritta esci dal mio corpo! cioè dai miei occhi...ce la posso fare, ce la posso fare...mi fa male la dieta ammè)

    RispondiElimina
  4. x Frammentaria. Maionese? Tu mi fai buttare a capofitto in altri momenti che ricordo con molto nostalgia quando ho abitato a Torino , ma è un'altra storia, di cui sento ancora il gusto amaro in bocca -:(

    RispondiElimina
  5. Blog raffinato, intelligente e vivo, ogni parola trasmette il gesto vero dell'anima.
    Complimenti, mi è piaciuto molto.
    Nary

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.