giovedì 3 febbraio 2011

Profumo

Devo confessarlo (il blog non serve anche a questo?) sono uno sniffatore di profumi. Intendo i profumi delle persone. Nella stragrande maggioranza sono profumi femminili, gli uomini è più facile che puzzino e quando usano profumi non hanno in genere ritegno usandoli a flaconi interi e dozzinali.
La fragranza del profumo femminile invece è sempre sorprendente: basta una persona che si accosta sul metrò, una che ti passa davanti tagliandoti la strada appena uscita di casa verso il lavoro, persino nella confusione odorosa di un mercato una signora che ordina le cipolle ed ecco il profumo che passa, leggero, volatile, fragrante, inebriante, pungente...Mi scuoto impercettibilmente come sferzato da una invisibile onda e... sniffo... immaginando chissà che.  Ma non so ballare il tango (mannaggia !).



8 commenti:

  1. perchè mai hai messo il tag "regressione"? :-D

    i profumi sono memoria salita per il naso...

    RispondiElimina
  2. xshadow. pare che i profumi "risiedano" nella parte più antica del cervello... il tag regressione c'è, forse non l'hai letto o forse è la prima parola che ti è venuta in mente leggendo questo post...-:)

    RispondiElimina
  3. confesso d'avere lo stesso debole :O))

    RispondiElimina
  4. Ma buongiorno!!! Bellissimo post, anche io inseguo i profumi, ma proprio tutti - non solo quelli di sintesi - e avevo in mente di scrivere qualcosa a breve sull'argomento.
    Uhm... che bello cominciare la giornata così, mi hai fatto provare piacere puro nel naso e negli occhi!
    Un bacio e abbraccio grande :-)

    RispondiElimina
  5. purché non siano intensi o svengo :) a volte ci son tipe che fanno il bagno in fragranze stomachevoli, che piuttosto che una tangata fan venir voglia di una stangata al senso della quantità della profumanda in questione!
    ho usato solo due fragranze in vita mia, e, in effetti, si diventa riconoscibili anche per il profumo. ma ne uso pochissimo, ne spruzzo un po' nell'aria e poi ci passo attraverso, ché dev'essere solo una nota che si mescola col profumo della pelle, non deve coprirlo.
    In un uomo però non lo sopporto...mi piace l'odore naturale della pelle...e allora sì, tango! (se lo sapessi ballare, in effetti)

    RispondiElimina
  6. perchè non hai scelto il film con Gassman,
    quello originale, forse più cialtronesco, ma
    assai più poetico

    RispondiElimina
  7. Si, bellissimo questo post. E' intimo,semplice e caldo come il profumo naturale di un corpo.
    Ciao Guglielmo! :-)))))

    RispondiElimina
  8. x Minerva. A qualcosa servono 'sti post ... -:)

    x Stefania. Già Gassman nel film di Risi... Un bel confronto -:)

    x giacynta. C'è sempre qualcosa di "intimo" nei miei post. Almeno ci provo...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.