lunedì 11 aprile 2011

Alla Rotonda della Besana di Milano una bella mostra su Fabrizio de André




Quello che non ho è una camicia bianca 
quello che non ho è un segreto in banca
quello che non ho sono le tue pistole
per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole.

Quello che non ho è di farla franca
quello che non ho è quel che non mi manca
quello che non ho sono le tue parole 
per guadagnarmi il cielo per conquistarmi il sole.

Quello che non ho è un orologio avanti 
per correre più in fretta e avervi più distanti
quello che non ho è un treno arrugginito
che mi riporti indietro da dove sono partito.

Quello che non ho sono i tuoi denti d'oro
quello che non ho è un pranzo di lavoro
quello che non ho è questa prateria
per correre più forte della malinconia.

Quello che non ho sono le mani in pasta 
quello che non ho è un indirizzo in tasca
quello che non ho sei tu dalla mia parte
quello che non ho è di fregarti a carte.

Quello che non ho è una camicia bianca
quello che non ho è di farla franca 
quello che non ho sono le sue pistole
per conquistarmi il cielo per guadagnarmi il sole.

Quello che non ho...

(Clicca sul titolo per arrivare alla mostra. N.B. Il costo del biglietto senza riduzioni è di € 8,00, un po' caro, ma si può passare una bella ora.)

Pensierino. Ho portato per anni (e ce l'ho ancora spiegazzato nel portafoglio) un fogliettino con scritto :" In caso di incidente telefonare a ... " e via una sfilza di nomi e di numeri telefonici, alcuni evidenziati in giallo, altri sottolineati, altri non evidenziati per niente. Abitavo a Torino e forse ero suggestionato dal caso dello Smemorato di Collegno... Comunque , quando lo ritrovo, quel fogliettino mi ricorda la targhetta di un cane...

2 commenti:

  1. De Andrè è un mito ai miei occhi! Il testo che proponi, poi, mi sta proprio a cuore...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.