martedì 21 luglio 2009

Re, Regine, Pedoni, Alfieri e Cavalli


Il grande giocatore di scacchi Bobby Fischer (Chicago, 9 marzo 1943Reykjavík, 17 gennaio 2008) ha detto una volta:
La vita è una partita che non si può giocare: non tutti i pezzi sono sulla scacchiera.
Pensierino. Seguiamo il suo ragionamento. Forse ci sono troppi pezzi sulla scacchiera e non riusciamo mai ad identificarci con quello giusto per noi: vorremmo essere Re o Regina, ma siamo Pedoni; vorremmo essere zompanti Cavalli e siamo striscianti Alfieri portatori di vessilli sconosciuti. Chi gioca, davvero, è un "altro". Non siamo giocatori, ma siamo giocati.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.