domenica 13 dicembre 2009

Eroe in Africa, decapitato in Italia




A
PIETRO GULLO
1912
PIETRO GULLO
SOTTOTENENTE DI FANTERIA
INCONTRO' MORTE EROICA
IL XII MARZO MCMXII
IN BENGASI
DIFENDENDO LA SUA BANDIERA
CONTRO GLI USURPATORI DELLA LIBIA ROMANA
IMPERTERRITO
NEL NOME AUGUSTO D'ITALIA

Pensierino. Che l'impresa colonialista d'Africa del 1911-12 fosse una tragica farsa penso che nessuno abbia ormai dubbi, ma decapitare un oscuro sottotenente di fanteria morto durante l'impresa sembra davvero troppo. Un gesto di puro vandalismo e di sfregio che insulta un'altra volta il povero sottotenente.

(Monumento in Piazza della Vittoria, Palermo)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Ottobre 1943, il Vesuvio si sveglia al rumore dei bombardamenti

Pensierino . Il Vesuvio ne ha viste tante sotto di sé ed ogni tanto anche lui fa sentire la sua voce potente che sovrasta il rumore ...