martedì 2 agosto 2011

Senza parole (o quasi)

Ora tocca a me...il Capitan de catin esce dal suo catino e va nella tinozza...


Mi sarebbe piaciuto mettere un piccolo estratto del libro di Claudio Magris "L'infinito viaggiare" (Oscar Mondadori). In particolare della prefazione, in cui spiega le motivazioni del viaggio o del "non viaggio", avrei voluto pubblicare due pagine  (la XX e XXI), ma un disguido con il mio programma OCR non mi permette di condividere questa lettura con i miei (pochi) lettori. Se vi capita di comprare questo libro, già  solo la prefazione vale la pena...

Arrivederci a dopo ferragosto, tornerò carico di foto, pensierini e poesie...

4 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione, Guglielmo caro, e buon periplo della tua tinozza...

    RispondiElimina
  2. buone vacanze Guglielmo
    sotto lo stesso cielo...Che zona hai scelto quest'anno?

    RispondiElimina
  3. x Arnica. Spiagge oristanesi. Vorrei visitare anche Cagliari, la terra dei miei avi... ciao

    RispondiElimina
  4. Caro Guglielmo mi capita comperare un libro e dopo aver letti 37 pagine non lo leggo piu.. BNella la sardegna.

    Maurizio

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.