domenica 17 luglio 2011

Capitan de cadin

[Questa è una dichiarazione programmatica]


Claudio Magris nel suo L'infinito viaggiare fa nella prefazione alcune osservazioni sul viaggiare e sullo stare fermi. Non c'è contraddizione tra chi parte per terre lontane e chi è un "capitan de cadin" (Capitano di catino): i primi compiono un lunghissimo giro per aver nostalgia di casa, i secondi fanno viaggi fantastici ed avventurosi andando da una stanza all'altra del proprio appartamento...




Dunque parto per il mio "giro" nel catino...


guglielmo (capitan de cadin)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.