mercoledì 8 febbraio 2012

La notte è fonda (14/6/1916), Fernando Pessoa



Notte al Ponte del Ticino di Turbigo

La notte è fonda
il cielo è azzurro.
Chi mi manca?

O vento del sud
inonda di calma
il mio corpo fino all’anima.

Mi aspetta qualcuno,
o vento furtivo?
Non so. Volto schivo,
chiudo gli occhi. Vieni!


Pensierino. Voglio vedere quel cielo azzurro nella notte fonda e farmi inondare di calma tutto il corpo. Lo so : mi aspetta un vento furtivo. "Vieni, non farmi aspettare a lungo, sono impaziente!"

1 commento:

  1. Se c'è una destinataria precisa, beh, sarà piacevolmente sorpresa dalla furtiva brezza notturna che spira da questo incantevole post:)

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.