sabato 1 settembre 2018

Il debito

Quello con te è un debito
che mai potrò saldare: mi hai
offerto casa nella vita e vita
nella casa. Esiste forse modo,
per me, di ricambiare?

Franco Marcoaldi

Pensierino. No, non vuoi che ricambio nulla e così mi devo arrendere al fatto che quel tuo gesto era gratuito e la cosa mi pesa ancora di più. 

3 commenti:

  1. Bella, bella la poesia di Marcoaldi, che amo molto. Ma ancora più sorprendente il tuo pensierino : perché ti pesa così tanto sentirti in debito?
    E se tu non lo sentissi come tale, ma - al contrario - un gesto totalmente gratuito; ne avvertissi tutta la bellezza così da aver voglia di fare altrettanto?
    I debiti lasciamoli all'Agenzia delle Entrate ( che sa bene come risolverli a suo favore…).
    Bentornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si puo' fare altrettanto se non ci siamo chiusi le porte dietro le spalle...
      Grazie, Frida, son tornato e non solo fisicamente...

      Elimina
    2. Chiudersi le porte dietro le spalle è da autolesionisti; è negare la speranza.
      Mai farlo.
      ( però mi viene qualche dubbio se pongo attenzione alla foto! )

      Elimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.