domenica 28 settembre 2008

Pegno


Sei fuggito dentro un groviglio di rami,
spaventato da chissà quale rumore.
Hai lasciato una penna appesa,
pegno della tua paura e libertà.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Nella terra dei Gattopardi

«Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.», così scriveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne "Il Gattopardo". I...