domenica 20 novembre 2011

E' severamente vietato scendere dal treno...



Un corto realizzato qualche anno fa...

6 commenti:

  1. Aggiungi anche il mio applauso.
    Come regista, vai come un treno, Guglielmo!:-))

    RispondiElimina
  2. Basta non voglio più sentir parlare di treni e di pendolari: in sette anni ho percorso in treno qualcosa come 34.000 km, cioè ho quasi fatto il giro del mondo facendo però la tratta Torino-Novara...

    RispondiElimina
  3. x Janas. E' la frase che c'è scritta sui treni ancora oggi "E' severamente vietato scendere dal treno..." anche se oggi non serve più a nulla perché le porte sono ad apertura automatica... Ma in Italia siamo così: abbiamo sempre qualche zavorra del passato che non ci permette di fare un passo in avanti...

    RispondiElimina
  4. Ecco i motti da meridiana (solo lettera A), raccolti in un piccolo file perso da qualche parte:
    1. A LUCE PRIMORDIA DUCIT (Dalla luce trae i principi.)
    2. A lumine motus (Mosso dalla luce.)
    3. A solis ortu usque ad occasum (Dal sorgere del sole fino al tramonto)
    4. A solis ortu usque ad occasum (Dal sorgere del sole fino al tramonto)
    5. A SOLIS ORTU VITAM HOMINIS UMBRA NOTAT (Del Sorgere del sole l'ombra segna la vita dell'uomo.)
    6. Ab aeterno (Da tempo immemorabile)
    7. AB ORTU SOLIS USQUE AD OCCASUM LAUDETUR DOMINUS (Dall'alba al tramonto sia lodato il Signore.)
    8. Ab ultima cave (Guardati dall'ultima (ora).
    9. Ab umbra lumen
    10. Ad multos annos (Per molti anni)
    11. Aequo pulsat pede (...Colpisce con piede indifferente - Orazio: Odi, I, 4, 13)
    12. Aere perennius (Piu’ duraturo del bronzo - Orazio: Odi, III, 30, 1)
    13. Aeterne pungit, cito volat et occidit
    14. Afflictis lentae gaudentibus celeres horae
    15. Afflictis lentae, celeres gaudentibus horae (Le ore sono lente per chi e’ addolorato, veloci per chi e’ felice)
    16. Afflictis longae, celeres gaudentibus horae (Lunghe sono le ore per chi soffre, brevi per chi gode)
    17. Age quod agis (Fa [bene] quello che stai facendo)
    18. Age quod agis et sine loqui
    19. Albo signanda lapillo ([giorno] da segnare con una pietruzza bianca [felice o fasto])
    20. Alea non omnia facit
    21. Alius est idem
    22. Ambiguis alis labilis hora volat (Fugace l'ora su ali misteriose vola.)
    23. Ambulate dum lucem habetis (Giovanni)(Finché avete luce, datevi da fare.)
    24. Ambulate dum lucem habetis, venit enim dies cum tempus non erit amplius
    25. "AMBULATE DUM LUCEM HABETIS; (Finche avete luce, datevi da fare;)"
    26. Amicis quaelibet hora (Per gli amici qualunque ora)
    27. Amicis quaelibet hora 11 -Ante solem permanet nomen Domini
    28. ANTE SOLEM PERMANET NOMEN DOMINI (Prima del sole viene il nome del Signore.)
    29. ARRIDENS VITA CITIUS UMBRA FUGIT (La vita sorridente fugge più veloce dell'ombra.)
    30. Arripe horam, ultimamque timeas
    31. Ars longa, vita brevis (L'arte e’ lunga, la vita e’ breve - Aforisma da Ippocrate)
    32. Arte mira mortalium temperat horas (Con arte mirabile regola il tempo dei mortali.)
    33. Aspice quaem celeri cursu levis effuggit hora
    34. Aspice, Respice, Prospice
    35. Aspiciendo senescis (Mentre guardi invecchi.)
    36. Aspicis umbra fugax nostras ut temperet horas, umbras umbra regit, pulvis et umbra sumus
    37. Astra regunt homines sed regit astra Deus
    38. At irrevocabilis ultima latet (Ma irrevocabile l'ultima [ora] si cela)
    39. Auriam lustrat hirundo
    40. Aurora Hora Aurea
    41. AUT MERCES AUT POENA MANET QUAS VIVIMUS HORAS (O ricompensa o punizione incombe sulle ore che viviamo.)

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.