giovedì 17 settembre 2009

Il Principe delle menzogne


C’era  un’altra aria nell’aria ieri Martedì 15 settembre quando Berlusconi doveva ancora arrivare per innaugurare la nuova e temporanea Onna. Una serie di connessioni tra persone in diversi campi e in diverse frazioni o paesi si realizzavano come mai prima. Telefonate, appuntamenti, visite, volantini, ad una velocità mai vista. Le persone dell’Aquila (tra cui campo Italtel , Globo, Via Strinella/collemaggio), di Tempera, Paganica, Camarda, Castel Nuovo volevano non far passare il messaggio che con la consegna delle case alla frazione più colpita dal sisma ad  opera della provincia autonoma di Trento, le promesse erano state mantenute e a L’Aquila la ricostruzione era “un miracolo assoluto internazionale ed epocale” come aveva affermato il presidente del consiglio qualche giorno fa  .Ci siamo riusciti! Un chiaro messaggio di ripresa e di inizio di una ricostruzione vera del tessuto sociale della città territorio.
Durante la cerimonia della consegna, Silvio Berlusconi  non ha parlato. Ormai deve andare in televisione per affermare quelle menzogne che purtoroppo continua a ripetere.
(Articolo tratto da http://www.3e32.com/ )

4 commenti:

  1. Quando le brutte storie nascono senza buco... è inutile aggiungere lo zucchero a velo..
    Ciao Guglielmo

    P.S. con tutti i soldi raccolti, posso rifare l'intera regione...o no?

    RispondiElimina
  2. Pienamente d'accordo. Il problema è che la gente che vota Berlusconi pensa che sia un cavillo il fatto che le case sono state costruite dalla Croce Rossa Italiana e dalla Provincia di Trento, gli basta che le case ci siano e il sorriso del Cavaliere li appaga. Probabilmente di notte sognano di essere loro in doppiopetto a elargire sacchi di monete d'oro!!

    RispondiElimina
  3. @Luz. Temo che il popolo berlusconiano sogni più prosaicamente di essere in mutande dentro il letto regalato da Putin con due gemelline tutto pepe. Questi sono i discorsi che si sentono per strada e si leggono su molti blog -:)))

    @UIFPW08. E' innegabile che il Cavaliere stia facendo costruire il suo piano case. Il problema è che gli aquilani vorrebbero tornare nelle loro case restaurate e messe in sicurezza. Si sceglie invece la produzione industriale di case perché così si possono controllare gli appalti.

    RispondiElimina
  4. il signor B ha detto una grande verità: la "sua" gente sogna di essere lui, con annessi e connessi
    per fortuna c'è chi sogna sogni diversi
    ciao, marina

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.