venerdì 25 luglio 2008

Ricordo di un amico.

Ho sognato un amico, morto tanti anni fa. Era come un padre per me. Ci siamo visti, abbracciati e baciati tra le lacrime. Ciao. Mi manchi. Mi mancano le nostre infinite discussioni. E' vero che a diventar vecchi si diventa sempre più soli... Ciao

(Con questo pensiero, chiudo per un po' questo blog. In attesa di tempi migliori...)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Ottobre 1943, il Vesuvio si sveglia al rumore dei bombardamenti

Pensierino . Il Vesuvio ne ha viste tante sotto di sé ed ogni tanto anche lui fa sentire la sua voce potente che sovrasta il rumore ...