lunedì 29 marzo 2010

Il volto, la maschera

Perché la bellezza avrebbe bisogno della simulazione? Associamo il "bello" al "buono" e di converso il "brutto" al "cattivo" e senza dubbio ci sbagliamo. Ma se il "bello" non è "buono" perché dovrebbe comunque nascondersi dissimulando dietro una maschera il "vero" volto? 
La modella ci sfida col suo sguardo, mostra il suo volto e tiene ben in vista la maschera che ha appena usato. Non sapremo mai chi è veramente e non sapremo nemmeno se il bello è anche buono. 


Lorenzo Lippi - Allegoria della simulazione - 1640


2 commenti:

  1. Apprezzo molto questo dubbio che ti poni, anche se questa mattina, a elezioni terminate, mi viene da pensare che il brutto e cattivo usa una maschera brutta e cattiva, ma il popola apprezza il volto e l'anima di chi bontà non sa cosa sia!

    RispondiElimina
  2. x Luz. Sembra che la virtù sia in disarmo e vada di moda l'arroganza, la furbizia, l'impudenza, la menzogna, il razzismo. l'omofobia e la violenza.

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.