martedì 2 marzo 2010

Perché uno dovrebbe andare in gita a Vercelli?

Non verrebbe mai in mente a nessuno di andare in visita alla città di Vercelli. Cosa vi viene in mente quando pensate a Vercelli? Al massimo pensate alle scintillanti risaie (con le relative zanzare d'estate).
Eppure Vercelli è nell'elenco delle prime 30 città italiane da visitare assolutamente. Incredibile ? Vi faccio sono qualche accenno di cosa potreste vedere in questa città.

Il
Museo Borgogna è un "piccolo" museo creato da Antonio Borgogna (1822-1906) che è, a sorpresa, il secondo museo per ampiezza e quantità di opere del Piemonte dopo la Galleria Sabauda di Torino.
Nel bel palazzo neoclassico di fine ottocento, Antonio Borgogna crea una casa museo con l'intento dichiarato di farne lo scrigno dei suoi tesori d'arte e aperta già prima della sua morte alla visita del pubblico. Se ne volete sapere di più guardate il sito del museo
qui.







La Basilica di Sant'Andrea (XIII secolo) è un'opera voluta dal Cardinal Guala Bicchieri che ai più non dirà nulla, ma che è stato uno dei diplomatici più importanti ed influenti in Francia ed Inghilterra (fece per intenderci incoronare Enrico III d'Inghilterra e riconfermò la Magna Charta). I destini di mezza Europa e d'Italia sono direttamente influenzati da questo Cardinale. Vedi qui.










Ma a Vercelli c'è spazio anche per l'arte moderna. Infatti a Vercelli da tempo sono esposte le opere della collezione Guggenheim. Vedi qui.

Vercelli come Casale e Torino ha una delle più antiche e prestigiose
Sinagoghe del Piemonte al centro del ghetto creato allontanando gli ebrei dalle vie di transito più prestigiose e relegandoli in questa zona della città chiusa con porte dal 1740 fino alla loro rimozione in età napoleonica. Vedi qui.









La Chiesa di San Cristoforo in Vercelli venne edificata nel 1515 per iniziativa dell'Ordine degli Umiliati dopo l'abbattimento di una chiesa preesistente che risaliva al secolo XII. E' uno scrigno di affreschi e di opere di Giovenone e di Gaudenzio Ferrari. Vedi qui. Questa maternità di Gaudenzio Ferrai basta per dare un'idea.

Poi il bello di queste città è semplicemente passeggiare nelle piazze e nelle vie centrali e si scoprono angoli davvero interessanti. 


Piazza Cavour con la Torre dell'Angelo.











2 commenti:

  1. grazie, ignoravo tanta bellezza
    marina

    RispondiElimina
  2. Ciao Guglielmo, effettivamente non sono mai stata a Vercelli, ma la tua visita guidata la rende certo molto interessante. Grazie :-)
    un saluto

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.