venerdì 9 gennaio 2009

da Animali in versi di Franco Marcoaldi


(L'angelo della vita, Segantini)

Angelo Cane (*)

Angelo mio, m'immaginavo
che volassi in uno spazio
sideralè e invece
sei comparso a quattro zampe
sotto forma d'animale.
Ora di me si dice che ho perso
il senno e il senso delle
gerarchie e delle proporzioni.
Ma la tua bestiale incarnazione
conferma solo che la metafisica
dimora non in cielo,
ma all'altezza dei talloni.


Sapienti, santi

Che fanno i cani? Tacciono
e domandano. Offre natura
con semplicità, il tormentoso
ideale di sapienti e santi.

(*) Mi son permesso di mettere la maiuscola anche al cane.

3 commenti:

  1. grazie per la maiuscola. Oggi la metterei SOLO ai Cani
    marina, sconfitta

    RispondiElimina
  2. Ciao Guglielmo, sono ripassata dopo aver letto il tuo commento da Angela, per il quale ti ringrazio. Quelle parole sono fondamentali per me. trovarle citate mi ha consolato di molte incomprensioni
    marina

    RispondiElimina
  3. @marina. Mi pare che tu non abbia molte incomprensioni, almeno leggendo i tuoi post ed i commenti. Forse non leggo io tra le righe. Comunque non mi piace quando c' è troppo zucchero in giro. Forse perché ho la glicemia un po' alta -:)

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.