sabato 16 agosto 2008

Avanti col federalismo 2

Umberto Bossi, da Ponte di Legno, ha dichiarato oggi :"L'ici la rimetto".
Che si sia accorto il senatur (in ritardo!) che quella era una tassa già federalista e che la sua eliminazione ha tolto una risorsa economica determinante per i Comuni? Ma quella eliminazione non l'avevano concordata nel famoso Programma elettorale?
L'eliminazione dell'ICI dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) essere reintegrata con stanziamenti (decurtati) statali, secondo l'ideona di Tremonti-Berlusconi. Cioè era in sostanza la solita idea centralista di taglio delle spese statali visto che gli enti locali sperperano...
Lo sperpero, per la maggioranza dei comuni, ha un nome preciso: servizi sociali. Ma questo Bossi non l'ha ancora capito e forse qualche suo Sindaco non glielo ha fatto ancora notare...

P.S. Naturalmente risparmi sulla pubblica amministrazione ed in particolare sui comuni sono possibili, ma bisogna solo sapere e volere distinguere tra quelli "virtuosi" e quelli "spendaccioni" ed è proprio questo che nessun governo (di destra o di sinistra) è mai riuscito a fare. Perché ad esempio non è possibile stabilire (a livello statale , naturalmente!) uno standard di dipendenti comunali per fasce di popolazione residente? Perché il Comune di Piazza Armerina (En) ha 350 dipendenti comunali e Galliate (No) ne ha 100 con lo stesso numero di abitanti?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.