giovedì 23 ottobre 2008

Dal Primo libro delle favole di Carlo Emilio Gadda

1
L'agnello di Persia incontrò una gentildonna lombarda (*), che prese a rimirarlo con l'occhialino. “Fedro, Fedro”, belava miseramente l'agnello: “prestami il lupo!”.

(*) poteva essere anche piemontese o veneta, la gentildonna e l'agnello un caprone...

2 commenti:

  1. ma il lupo doveva essere un lupo...
    marina

    RispondiElimina
  2. @Marina. Il lupo di Gadda è proprio un lupo...anche se evocato inutilmente...quando c'è bisogno di lupi non se ne trovano mai...

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Ottobre 1943, il Vesuvio si sveglia al rumore dei bombardamenti

Pensierino . Il Vesuvio ne ha viste tante sotto di sé ed ogni tanto anche lui fa sentire la sua voce potente che sovrasta il rumore ...