lunedì 6 ottobre 2008

Joseph Ratzinger e la contraccezione


Joseph Ratzinger nel suo ultimo discorso che vieta l'uso di contraccettivi si chiede: "come mai oggi il mondo, e anche molti fedeli, trovano tanta difficoltà a comprendere il messaggio della Chiesa, che illustra e difende la bellezza dell'amore coniugale nella sua manifestazione naturale?".

Commento: già! perché dovremmo credere ad un simile "folletto"(*)?

(*)da Wikipedia. Folletto. Il termine folletto, così come l'espressione piccolo popolo o spiritello (per esempio spiritello dei boschi), si riferisce a minuscole creature magiche del folklore, mediterraneo, europeo e nordico. Il termine deriva per sincretismo linguistico tra i volgari folle, e forse folata, e l'arabo farfar.I folletto è un personaggio fantastico della tradizione popolare che vive nelle fiabe e nelle leggende. È identificato originariamente con esseri buffi e grotteschi, veloci e sfuggenti, piccoli e agili, ma anche con una creatura invisibile, un turbine di vento, un misterioso burlone che intreccia le criniere e i capelli. Abita in tane nei boschi di conifere o presso le case degli uomini, nei cortili e nei granai, esce quasi sempre solo di notte per divertirsi a fare dispetti alle bestie delle stalle e a scompigliare i capelli delle belle donne, a disordinare gli utensili agricoli e gli oggetti delle case e a molestare le persone povere di spirito.

3 commenti:

  1. I folletti mi sono simpatici, la ratzy molto meno, anzi, per nulla.
    Glielo spieghi tu che le famiglie non hanno neanche i soldi per camparne uno di figlio? glielo spieghi tu ai mariti ed alle mogli che, per mancanza di danaro, devono astenersi anche dai piaceri del talamo? glielo spieghi tu a sto folletto blaterante che la dovrebbe smettere di mettere becco su tutto?
    Un caro saluto....

    RispondiElimina
  2. @ Anna. Non sono molto intimo di questo Folletto vestito di bianco...piacciono anche a me altri tipi di folletti, quelli delle fiabe, che hanno tutt'altra leggerezza...

    RispondiElimina
  3. permettimi di scrivere protetta dall'anonimato che questo moscio la deve smettere di ossessionare gli altri con le proprie demenze, ma del resto....da uno che comincia a leggere la bibbia con grande emozione..e la prima frase dice "e dio creò il mondo..." e ancora ci crede, ma andasse all'altro mondo a rompere le palle che quì si fa sul serio l'amore altro che verbi che si fanno carne

    RispondiElimina

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Nella terra dei Gattopardi

«Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.», così scriveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne "Il Gattopardo". I...