sabato 28 marzo 2009

Cammino zen in poesia

Cammino zen in poesia
(Il signore, cui appartiene quell'oracolo che sta a Delfi, non dice né nasconde, ma accenna. Eraclito)

Ma dove comincia l'io
dove finisce il vuoto?
(Fabrizia Ramondino, Il tostapane)

né volto
né immagine
né segno alcuno nulla:
più che il vuoto
un nulla.
(David Maria Turoldo, Così, da tutta una vita)

Forse un suono
una nota sommessa
almeno,
un colore:
invece
un oceano nero di nulla
(David Maria Turoldo, E lui incombe)

E se voglio raggiungerti, devo
liberarmi dalla volontà di cercarti:
andare oltre la stessa mente
solo lasciarmi pensare.
(David Maria Turoldo, Solo lasciarmi pensare)

E' l'Essere il globo che tutto contiene
e naviga nell'oceano del Nulla
(David Maria Turoldo, Nell'oceano del Nulla)

e là
dove la Parola muore
abbia fine il nostro cammino.
(David Maria Turoldo, Oltre la foresta)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati. Si confida nei lettori che vogliono lasciare una traccia del loro passaggio.

Nella terra dei Gattopardi

«Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.», così scriveva Giuseppe Tomasi di Lampedusa ne "Il Gattopardo". I...